informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come fare un video di presentazione personale: cosa fare (e cosa evitare)

Commenti disabilitati su Come fare un video di presentazione personale: cosa fare (e cosa evitare) Studiare a Reggio Emilia

Ti stai chiedendo come fare un video di presentazione personale da inserire in una presentazione o allegare ad un curriculum vitae?

Sei nel posto giusto: in questa guida dell’Università Niccolò Cusano ti spiegheremo come fare una videopresentazione efficace, utilizzando strumenti semplici e veloci adatti anche a chi non ha grande padronanza con l’utilizzo dei programmi per PC.

Ogni giorno, in tutto il mondo, vengono viste centinaia di milioni di ore di video su YouTube. Un’ora di nuovi video vengono caricati su YouTube ogni secondo. Cosa ci dicono questi dati? Che il trend di crescita del video è esponenziale e che le persone amano guardare video. Perché non realizzare un formato di presentazione diverso dal solito e capace di coinvolgere?

Ecco tutto quello che devi sapere per registrare un video da allegare come presentazione.

Come si realizza una presentazione video perfetta

Stai pensando di realizzare un video di presentazione personale per arricchire il tuo CV e mostrare chi sei? Vediamo subito tutti i consigli da mettere in pratica per fare un video perfetto anche se sei alle prime armi.

LEGGI ANCHETrovare lavoro con LinkedIn: le migliori strategie

Cos’è un video CV?

Per capire come fare un video di presentazione personale, partiamo dalle basi e diamo una definizione di video CV.

Un curriculum video, contrariamente a ciò che potresti pensare, non è un elenco dei tuoi successi e della tua storia professionale. O almeno, non solo.

Si tratta di un breve video che ha l’obiettivo di presentare le tue capacità e le tue potenzialità, dandoti la possibilità di differenziarti agli occhi del tuo pubblico, sia esso composto da selezionatori o datori di lavoro.

La creazione di un video personalizzato ti dà la possibilità di fare un’ottima prima impressione, puntando su qualcosa di alternativo ben lontano da un classico curriculum vitae.

Ad oggi, candidarsi per un lavoro con una videopresentazione viene visto ancora come qualcosa di avanguardistico. Sicuramente la creatività è una dote importante per un professionista, così come la voglia di mettersi in gioco e di trasmettere qualcosa in più. Un buon consiglio, prima di registrare una videopresentazione per un’azienda, è quella di indagare sul suo conto. Scopri di più sulla cultura e sulle loro aspettative: sono più tradizionali o abbracciano le nuove tecnologie? Stai facendo domanda per un posto di lavoro in un campo creativo?

Sulla base di queste risposte, valuta la possibilità di inoltrare la candidatura video.

LEGGI ANCHESiti di annunci di lavoro: ecco i 10 da tenere d’occhio

3 elementi di successo per una presentazione video

Per capire come fare un video di presentazione efficace, dovrai sicuramente identificare gli aspetti da enfatizzare per catturare l’attenzione di chi guarda.

Contrariamente ad un CV scritto, che ha una struttura rigida e richiede specifiche informazioni, un CV video è ben lontano da questa impostazione. Come abbiamo detto, la videopresentazione non ha l’obiettivo di raccontare passo dopo passo le tue esperienze, ma serve per mettere al centro la tua personalità, i tuoi obiettivi, le tue aspirazioni.

Iniziamo col dire che non esistono regole prestabilite per preparare questa tipologia di video. Ci sono però degli accorgimenti importanti da seguire per fare la differenza.

Vediamo i 3 elementi per una presentazione video di successo:

  1. La durata breve: da scongiurare una durata eccessiva del video. Considera che, mediamente, le persone non mantengono l’attenzione per molto tempo. Secondo le statistiche, i video più visti su YouTube sono quelli che durano circa un minuto. Detto ciò, possiamo dire che una buona videopresentazione dura tra 60 e 120 secondi. In questa manciata di secondi, presentati con naturalezza e spiega allo spettatore perché sei la persona che stanno cercando per risolvere un problema;
  2. Il linguaggio del corpo: molto spesso, quello che non dici vale più delle stesse parole. Presta particolare attenzione al linguaggio del corpo, perché la tua postura, i tuoi gesti, il tono della tua voce sono elementi che dicono molto di te. Cerca di mantenere il contatto visivo con la fotocamera e di lanciare segnali di apertura. Un sorriso, le braccia aperte e una voce chiara sono fondamentali per catturare l’attenzione e creare empatia. Evita le braccia conserte e rimani dritto con la schiena e le spalle, per non assumere una postura di “chiusura”. Per quanto riguarda l’abbigliamento, scegli qualcosa con cui ti senti a tuo agio e valuta anche l’utilizzo che devi fare del video. Se ti serve per candidarti per un lavoro come manager, magari opta per una giacca e cravatta o qualcosa, in generale, di più classico. Se ti stai candidando per un lavoro creativo o, semplicemente, hai bisogno di comunicare chi sei ad una platea, scegli qualcosa di meno formale;
  3. L’impostazione del video: per fare bella figura con una presentazione video non servono grandi risorse. In realtà, secondo alcune ricerche, eccetto i video musicali o programmi televisivi altamente stilizzati, le persone su Facebook, Instagram e YouTube preferiscono video più autentici e realistici. Che significa? Che non dovrai ingaggiare un team di specialisti per realizzare il video. Ti basta il tuo telefono o una buona videocamera per girare un buon video.

3 errori da evitare in un video di presentazione

Per imparare come fare un video di presentazione personale, abbiamo già dato i nostri tre consigli. Ma quali sono, invece, i tre errori più frequenti da cui tenersi alla larga?

  • Ambiente disordinato: girare il video in un ambiente poco curato è un errore molto frequente e facilmente evitabile. Abbiamo detto che la spontaneità e anche la capacità di creare qualcosa di autentico sono caratteristiche molto apprezzate, ma da non confondere con il disordine. Gira il video in un ambiente particolarmente caro per te o, se vuoi andare sul classico, scegli uno sfondo neutro. Evita i posti particolarmente affollati e rumorosi;
  • Lettura del discorso: altro errore classico quando si registra un video CV è quello di leggere il testo del discorso. Questo inficia molto sulla spontaneità del video, che serve a far vedere chi sei e, dunque, non servono particolari tracce da seguire. Se non ti senti sicuro di procedere “a braccio”, puoi fare una scaletta delle cose da dire, studiarle e poi girare il video;
  • Bugie: le bugie, si sa, hanno sempre le gambe corte. Nella tua presentazione dovrai enfatizzare le tue qualità e le tue conoscenze, ma questo non significa assolutamente che dovrai mentire. L’onestà paga sempre, soprattutto perché stiamo parlando di te, della tua presentazione, della tua reputazione. Sii te stesso e non registrare un video di cui, in futuro, potresti pentirti (anche perché, se intendi pubblicarlo su un social media, questo errore potrebbe perseguitarti). Metti in luce i tuoi punti di forza e non ripetere nel video il tuo CV: dai spazio alla tua personalità, alle tue passioni, ai tuoi obiettivi professionali.

Su come fare un video di presentazione personale per lavoro abbiamo detto proprio tutto, per oggi: non ti resta che girare il tuo video e iniziare subito a catturare l’attenzione del tuo pubblico.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali