informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come mantenere la calma: 7 tecniche infallibili

Commenti disabilitati su Come mantenere la calma: 7 tecniche infallibili Studiare a Reggio Emilia

Sei alla ricerca di consigli su come mantenere la calma? Sei nel posto giusto: anche quando lo stress ti assale e diventa difficile mantenere il controllo, ci sono una serie di tecniche da utilizzare per ritrovare la serenità che meriti.

In questa guida dell’Università Niccolò Cusano ti spiegheremo come controllare la rabbia e gestire al meglio i momenti di pressione, che possono arrivare dopo una giornata difficile dedicata allo studio o al lavoro.

Possono capitare spesso periodi in cui ti senti particolarmente stressato. Sentimenti negativi come la frustrazione, la rabbia e la tristezza ti assalgono, rischiando di inebriarti e di inibire la tua capacità di ragionamento. Allo stesso tempo, senti che per pensare chiaramente, hai bisogno di mantenere la calma.

Per non reagire in modo eccessivo o prendere la decisione sbagliata, è fondamentale abbassare l’emotività e agire con lucidità, superando il momento di sconforto.  Vediamo ora quali sono le tecniche e gli approcci da provare per imparare a gestire la rabbia.

Ecco come controllare la rabbia e ritrovare la serenità

La capacità di gestire le tue emozioni e, in particolare, di mantenere la calma sotto pressione ha un impatto diretto sulle tue performance e sulla tua produttività. Essere in grado di non lasciarsi offuscare la mente dalle sensazioni negative è importante per mantenere il controllo delle tue decisioni.

Vediamo ora i 7 passi da fare per gestire la rabbia e l’emotività.

LEGGI ANCHEPaura di non essere all’altezza: ecco 7 consigli su come combatterla

1 – Cambia prospettiva

Il primo passo da fare per capire come mantenere la rabbia è quello di cambiare punto di vista. Tutto ciò che ti rende nervoso potrebbe non dipendere da te: ciò che dipende da te è la tua reazione e il modo in cui la vivi. Analizza la tua reazione e, se diventa tossica, impegnati a modificarla.

Se sei invischiato in una discussione oppure hai delle cose in sospeso, chiediti:

  • Cosa potrei pensare e come mi potrei sentire se fossi nei suoi panni? Questo può aiutarti a passare dalle emozioni negative all’empatia e alla comprensione. Se sei nel pieno di un dibattito, prova a immedesimarti nell’altra persona: questo ti aiuterà sia a calmarti, sia a trovare una soluzione vantaggiosa per entrambe le parti;
  • Potrei riuscirci tra un mese? Tra sei mesi? Tra un anno? Se c’è qualcosa che ti fa innervosire, chiediti se semplicemente hai bisogno di più tempo per portarla a termine con successo. Riflettendoci meglio, potresti anche renderti conto che quella cosa non è così importante per te. In questo modo potrai concentrare il tuo tempo e le tue energie su ciò che conta veramente.

2 – Non pretendere la perfezione

Controllare la rabbia e la frustrazione è impossibile senza accettare di non essere perfetto. La perfezione non esiste, quindi non affannarti nel raggiungerla.

Ogni tanto cerca di perdonarti e pensa sempre ad un margine d’errore per ogni cosa che fai: potrebbero succedere molte cose che non puoi controllare.

Avere dei pensieri positivi ti aiuta ad abbattere lo stress, focalizzando l’attenzione del tuo cervello su qualcosa che è completamente privo di negatività. Aspirare alla perfezione, alla lunga, diventa frustrante e ti impedisce di pensare positivo. Quando il tuo umore è pessimo, pensare positivo è più difficile: prova a fermarti un attimo, rilassati e pensa a tutte le cose per cui dovresti dirti “grazie”. Vedrai che ti aiuterà.

3 – Respira

La prossima volta che ti trovi in ​​una situazione stressante che ti fa perdere la calma, interrompi quello che stai facendo per un minuto e respira. La respirazione è importante per calmare la rabbia ed è uno strumento potentissimo per aiutarti a ritrovare la serenità.

Ecco i passaggi da fare:

  • Fai 5 respiri molto profondi
  • Immagina che il tuo stress  lasci il tuo corpo ad ogni espirazione
  • Cerca di sorridere. È piuttosto difficile rimanere scontroso con un sorriso sciocco sul viso
  • Ripeti questi passaggi ogni volta che senti che lo stress si sta impadronendo di te

La meditazione è un ottimo esercizio per imparare la respirazione: se lo desideri, sperimenta queste tecniche per almeno un quarto d’ora al giorno. Il tuo umore ti ringrazierà. Se vuoi immergerti nella meditazione, leggi questo articolo su come iniziare a meditare.

4 – Datti dei limiti

Per capire come mantenere la calma, dovrai imparare a darti dei limiti. Che significa? Spesso tendiamo a sovraccaricarci di impegni, riducendo le realistiche possibilità di riuscire a raggiungere i nostri obiettivi. Semplicemente stiamo chiedendo troppo a noi stessi, fissando dei traguardi irrealistici.

Questo, alla lunga, ti provoca stress, ansia e frustrazione, unite ad un senso di inadeguatezza difficili da sopportare. La soluzione? Datti dei limiti: lavora su obiettivi raggiungibili ed evita di spingere troppo sull’acceleratore, per evitare di sentirti schiacciato. Alcuni limiti potrebbero essere:

  • Un orario di inizio e di fine per la giornata di lavoro o di studio: potrebbe essere, ad esempio, dalle 9 alle 18
  • Pause ogni due ore: una pausa di almeno un quarto d’ora ogni due ore aiuta a rilassarsi e a recuperare le energie, soprattutto in situazioni particolarmente stressanti. Per riuscirci, metti una sveglia e imponiti di riposare
  • Nessun lavoro nei fine settimana: il sabato e la domenica, regalati un po’ di svago. Fermarsi fa bene anche allo studio o al lavoro. Spegni il computer e evita di controllare la casella di posta professionale, rispondi solo alle comunicazioni urgenti. Per il resto, c’è il lunedì.

5 – Fai esercizio fisico

Uno dei modi migliori per controllare la rabbia è…sfogarla. Come? Attraverso l’esercizio fisico: fare sport aiuta a focalizzarsi su se stessi e ad allontanare lo stress, grazie alla produzione di serotonina. Una buona passeggiata ti aiuta ad abbattere i livelli di cortisolo e a recuperare la serenità.

Dunque, per essere meno stressato e più produttivo, gli allenamenti ad alta intensità sono particolarmente indicati. Se hai una vita frenetica, sono perfetti perché non ti toglieranno molto del tuo tempo, ma ti daranno grandi benefici.

6 – Ascolta musica

La musica è un perfetto rilassante. Quando i tuoi nervi sono particolarmente tesi, un po’ di musica può aiutarti a mantenere la calma.

Infatti, la musica può cambiare istantaneamente il tuo stato d’animo: se lavori o studi,  puoi ascoltare musica rilassante o suoni naturali in sottofondo. Quando lavori in un ambiente in cui non è possibile ascoltare musica di sottofondo, fai una breve pausa per ascoltare un brano che ti rilassa.

7 – Ascolta te stesso

Quando avverti i segnali di un particolare momento di stress e frustrazione, non ignorarli ma ascoltali. Capire come mantenere la calma vuol dire anche saper ascoltare te stesso e le tue necessità. Se senti di avere più problemi del solito con il controllo dei nervi in ​​diverse situazioni e sei davvero frustrato in generale e privo di energia, stacca e prenditi del tempo per te.

Fai un passo indietro prima di correre troppo avanti. Pianifica con cura il tuo tempo e fissa dei momenti di inattività per prenderti cura di te stesso. Trascorri una serata a letto a guardare i tuoi programmi TV o film preferiti. Fai un viaggio durante il weekend, leggi un libro, esci con gli amici. Distraiti: per ritrovare te stesso, a volte, basta davvero poco.

Su come mantenere la calma in momenti di stress abbiamo detto tutto, per oggi: non ti resta che sperimentare i nostri consigli e ritrovare l’energia per dedicarti allo studio e raggiungere i tuoi obiettivi.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali