informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come svuotare la mente e ridurre lo stress: ecco i consigli per riuscirci

Commenti disabilitati su Come svuotare la mente e ridurre lo stress: ecco i consigli per riuscirci Studiare a Reggio Emilia

Svuotare la mente e ridurre lo stress è una pratica fondamentale per uno studente universitario. Soprattutto nei periodi in cui lo studio si fa più serrato, mantenere una certa tranquillità e non lasciarsi sopraffare dagli impegni è importante per salvaguardare il tuo benessere e la tua capacità di concentrazione.

La vita dello studente universitario non è facile: tra alti e bassi capita spesso di sentirsi come se tutto stesse per andare storto e stia implodendo tra le mani. Nel percorso che ti porta verso la laurea troverai ostacoli non pianificati, discussioni e battute d’arresto che contribuiscono ad aumentare lo stress.

Se, da una parte, non è possibile evitare del tutto lo stress, lasciarlo accumulare senza prendere provvedimenti è un errore che puoi evitare capendo come liberare la mente da ogni pensiero negativo.

Una mente chiara è una mente sana e produttiva. Vediamo ora i consigli dell’Università Niccolò Cusano per liberare la mente dallo stress, permettendoti di rimanere concentrato sugli obiettivi da raggiungere.

Ecco come rilassare la mente e liberarti da stress e cattivi pensieri

Ci sono alcune giornate difficili da metabolizzare: il carico di lavoro è pesante e i capitoli da studiare continuano ad accumularsi. Il ritmo può sembrare frenetico e le continue interruzioni dovute agli impegni e alla mancanza di concentrazione non solo disturbano le tue azioni, ma anche il tuo apprendimento.

Se ti sembra di essere costantemente improduttivo, stressato e nervoso, continua nella lettura: ecco come svuotare la mente dallo stress e dalla pesantezza della giornata e ritrovare la carica.

LEGGI ANCHE – Frasi sul cambiamento e sul nuovo inizio: le migliori da ricordare

L’importanza di avere la mente libera

La prima cosa da dire quando parliamo di svuotare la mente è sicuramente che il continuo rimuginare può essere dannoso per il tuo studio, per il lavoro e per la vita privata.

Uno dei problemi principali collegati al rimuginare e al coltivare cattivi pensieri è che quando ti concentri su eventi negativi nel passato o nel futuro, stai creando stress per te stesso nel presente, che innesca la tua risposta stressante. Questo può condurre a stress cronico, che è proprio quel tipo di stress malsano che può portare a una serie di problemi con la tua salute fisica, mentale ed emotiva.

Tra i problemi più grandi dell’accumulo di stress, possiamo citare:

  • Difficoltà a prendere sonno: secondo alcune ricerche, il continuo rimuginare influenza il riposo.  Lo stress cronico, che è esacerbato dai cattivi pensieri, può amplificare e prolungare l’esposizione a mediatori fisiologici, come il cortisolo. Questo porta ad un’iperattività che genera problematiche del sonno;
  • Perdita della creatività: il continuo pensare alle cose da fare e ai problemi di lavoro senza svuotare la mente portano a una performance meno creativa e meno efficace sul lavoro. Inoltre, secondo alcune ricerche, il rimuginare è strettamente correlato alla ridotta capacità di vedere soluzioni ai problemi, che possono potenzialmente portare a più stress.

Alla luce di questo, se ti stai chiedendo come liberare la mente dall’ansia, vediamo ora qualche accorgimento che potrebbe aiutarti in questo processo.

Sperimenta la meditazione

Secondo diverse ricerche in ambito psicologico, la meditazione rappresenta uno degli strumenti più utili per facilitare la liberazione della mente e lasciarsi alle spalle le emozioni negative.

Cosa significa meditare? La meditazione è una pratica che conduce ad un miglioramento della padronanza esercitata sulla tua mente. Meditare porta anche molti altri benefici, quindi vale sicuramente la pena provarci.

Trova una distrazione

A volte la cosa migliore che puoi fare per svuotare la mente è staccare la spina e distrarti.

Ad esempio, esci con un amico per un aperitivo, partecipa ad un progetto o coltiva il tuo hobby. Leggi un buon libro o dedicati ad uno sport: in questo modo porterai attività positive nella tua vita, prendendoti una pausa dallo stress e dalle preoccupazioni.

come rilassare la mente

Ritagliati qualche minuto di silenzio

Restare in assoluto silenzio per qualche tempo è una pratica utile per svuotare la mente e ritrovare la concentrazione. Trova un posto tranquillo dove sederti e rilassarti. Anche se sei alla tua scrivania, spegni le luci, spegni il computer e l’elettronica, indossa delle cuffie che cancellano il rumore e blocca tutti gli stimoli.

Rimani solo con te stesso e concentrati sulla tua calma. Imposta il tuo smartphone in modalità aerea, in modo che le notifiche non riescano a disturbarti. Prenditi questi minuti solo per te quando ne hai bisogno durante la giornata, per ricaricarti e tornare sui libri con più determinazione.

Connettiti con la natura

Scollegati dalla tecnologia e avventurati nella natura: una spiaggia, un parco o un sentiero offrono un ambiente ideale per dimenticare le situazioni stressanti per un minuto e perdersi.

Respirare aria pulita, trascorrere qualche ora lontano da tutto in una cornice diversa ti aiuterà a ristabilire il contatto con la natura e ritrovare la serenità che ti serve per impegnarti nello studio o nel lavoro.

Metti per iscritto i tuoi pensieri

Scrivere è una pratica che aiuta molto a svuotare la mente da ogni pensiero: grazie alla scrittura, infatti, potrai trasferire le tue sensazioni su carta. Si tratta di un esercizio personale molto potente, che può aiutarti a capire meglio qualsiasi dilemma o situazione.

Per facilitare questo approccio, procurati un diario e portalo con te in ogni momento, dal lavoro alle uscite pomeridiane con gli amici. Quando si presenta una situazione stressante, tira fuori il diario e scrivi il problema, cosa contribuisce al problema e possibili modi per risolverlo. Anche se ti sembra assurdo, fai un tentativo: vedrai che la scrittura ti aiuterà a visualizzare i problemi e a trovare soluzioni creative alle tue questioni in sospeso.

Confidati con chi ami

Se ti stai chiedendo come liberare la mente da un chiodo fisso, una buona soluzione è parlarne con le persone a cui vuoi bene. Un amico, un familiare, un collega di studi: scegli qualcuno con cui discutere dei tuoi problemi, ostacoli e potenziali soluzioni.

Spesso siamo così impegnati con il nostro lavoro e con lo studio da essere la prima (e unica) causa del nostro stress. Parlare semplicemente delle questioni che ti preoccupano ti aiuterà a percepire le cose come sono realmente: magari capirai che la tua vita non è così male come immagini.

Oltre a questo, sapere che c’è qualcuno che sarà sempre lì con te ti dà quella sicurezza extra per affrontare qualsiasi situazione.

LEGGI ANCHE – Ricominciare da zero: consigli utili per farcela

Fai attività fisica

Cosa c’è di meglio di uscire e fare una bella corsa per allontanare lo stress? L’attività fisica ti offrirà un’oasi dal caos immediata.

Trovare la motivazione per andare in palestra è spesso il più grande ostacolo da superare, ma una volta abituati a lavorare regolarmente non perderai l’occasione di rilassarti e dedicarti al tuo benessere.

Lascia il tuo telefono in auto o nell’armadietto, mettiti le cuffie e ascolta l’aumentare della tua frequenza cardiaca. A parte quello di svuotare la mente, i benefici per la salute di un regolare esercizio fisico dovrebbero essere sufficienti a convincerti a farlo regolarmente.

I nostri consigli per liberarti dallo stress e ritrovare la concentrazione sono terminati per oggi: continua a seguire gli aggiornamenti del nostro blog e metti in pratica questi accorgimenti per allontanare i pensieri negativi e tornare sui libri con la giusta grinta.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali